Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner attraverso il pulsante sottostante di accettazione o proseguendo la navigazione in qualsiasi altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Dimensione Carattere AUMENTA DIMINUISCI RESET

Associazione Culturale I Commedianti del Cilindro

Farsa in due atti di Gaetano di Maio

in un libero (un po' meno del solido, ma sempre libero!) adattamento di Andrea Conti


PERSONAGGI E INTERPRETI

GIACINTO IACCARIELLO, impiegato Andrea Conti
MARGHERITA, sua moglie Cristina Angrisano
VIOLETTA, sua figlia Nicoletta Falcone
ROSA, sorella di Giacinto Laura De Ciantis
OLEANDRO, padre di Giacinto e Rosa Federico Mantova
ISABELLA TERLIZZI, donna di mondo Giulia D'Ovidio
VINCENZINO BENEDICE, collega di Giacinto Davide Di Poce
Avv. SABATINO GASPARI, matrimonialista Tommaso Benedetto
Avv. EMILIO BALDASSARRE, matrimonialista Piergiorgio Sperduti
Don GENESIO SAPORE, sacerdote Lorenzo Bianchi
NICOLINO SPIRITIERI, fidanzato di Violetta Francesco Mantova
OSVALDO MELCHIORRE, cacciatore d'amore Lorenzo Bauco
Avv. FERNANDO RASPI, faccendiere Enrico Sperduti
VANESSA AIELLO, assistente sociale Silvia Lucarelli

REGIA DI ANDREA CONTI

Scenografie: Aldo Falcone

Luci e Audio: Marco Persichetti - Amedeo Ferrante

Segretaria di Scena: Monica Di Norcia

 

NOTE DI REGIA

Per la seconda volta mi metto a confronto con un testo di Gaetano Di Mario, ed ancora una volta mi soffermo sulla potenza comica che l'attore è in grado di somministrare alle roprie farse. Potenza comica che, però, era impontata a divertire il pubblico italiano degli anni Settanta del secolo scorso. Inevitabile era, perciò, un restauro in termini di comicità e di ritmo, In equal maniera, il finale del secondo atto mostrava i crudeli segni del cambiamento dei tempi, in virtù del quale finale in quadriglia avrebbe vanificato il climax comico che si realizzava attraverso i due atti. Ho pertanto modificata quasi in toto la sceneggiatura, conservando in parte la struttura delle scene, aggiungendone di nuove e tagliandone di superflue; ho aggiunti taluni personaggi e ne ho rimossi altri, che, a mio modesto avvisom erano fuori luogo per il nuovo impianto che stavo dando alla farsa. Fatti, raggionamenti ed equivoci di mia penna arricchiscono un testo che già di suo basta a far grande il nome del teatro italiano.

 

SPETTACOLO IN ONORE DI NINO TARANTO

Grandissimo artista eclettico, ebbe notevolissimo successo al cinema ( per il quale interpretò oltre centocinquanta pellicole), si distinse come re dello spettacolo di rivista e verietà (dove vestì i panni di immortali personaggi, quale, ad esempio, (Ciccio Formaggio), fece ambio sfoggio delle proprie doti canore (interpretando e scrivendo grandi brani della Canzone Napoletana e divertenti specchietti da caffé concerto), seppe essere imitabile in teatro ( dove fu affiancato dalla grandissima Luisa Conte), imponendosi in opere quali Morte di Carnevale (Viviani), Caviale e lenticchie (Scarnicci e Tarabusi), Arezzo 29 ... in tre minuti ( Gaetano e Olimpia Di Maio), Mettimmece d'accordo e ce vattimme (Gaetano di Maio).

Compagnia Affiliata

Logo Fita

Youtube

Visitaci sul nostro canale Youtube

 

Contatore visite

2009 - 2010 Creato da Marco Persichetti (Alvito FR)  all'Associazione Culturale  "I Commedianti del Cilindro"  Cod. Fisc. 91014050602. Le immagini presenti nella sezione foto sono di proprietà dei rispettivi autori, non è autorizzato l'uso senza l'esplicita richiesta all'autore.
TORNA SOPRA

Valid XHTML 1.0 Transitional CSS Valido!